Arabic AR English EN French FR German DE Italian IT Portuguese PT Russian RU Spanish ES

Da Modica all’Europa, italiano guida The Chocolate Way

Al vertice Scivoletto, direttore Consorzio cioccolato Modica Igp

– Vertice italiano per “The Chocolate Way”, rete internazionale che celebra la cultura, la tradizione e la storia del cioccolato in Europa: il nuovo presidente è Nino Scivoletto, direttore generale del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica Igp.

La designazione è avvenuta in occasione dell’Assemblea generale del network europeo. Sviluppatosi come ‘Itinerario del Cioccolato culturale Europeo, The Chocolate Way è un viaggio attraverso l’Europa in cui i cittadini e i visitatori possono sperimentare il ruolo unico che le abilità e l’inventiva europee hanno giocato nel mondo del cioccolato.

“The Chocolate Way”, con l’obiettivo di promuovere e mettere in collegamento i distretti storici europei del cioccolato di alta qualità e supportare le pratiche etiche nella filiera del cioccolato, conta su quarantadue soci, sei istituzionali (UnionCamere, Cciaa del Sud Est, Cuneo, Perugia e Torino, Comune di Le Castellet-Francia) e cinque partner ordinari (Consorzio di Tutela del Torrone e del cioccolato della Comunità Valenciana, Consorzio di Jijona e del torrone di Alicante, Consorzio del Cioccolato di Modica Igp, Cna Alimentare e Chocofest).

“The Chocolate Way – sottolinea Nino Scivoletto – persegue obiettivi di valorizzazione e tutela del patrimonio artistico, storico e culturale europeo legato al cacao e al cioccolato, evidenziando sia il ruolo che il cioccolato ha avuto nel corso dei secoli sia quello attuale”. “Tra le altre finalità- aggiunge- quella di promuovere la produzione di cioccolato artigianale come simbolo dell’identità europea, attraverso anche la diffusione della conoscenza del mestiere e delle tecniche tradizionali. Non mancano attività su principi etici per valorizzare e proteggere il lavoro dei produttori e per rendere i consumatori più responsabili”.

Fonte: Ansa

European Sweet Itineraries

Se c’è una cosa di cui gli studenti durante la loro vita scolastica non vedono l’ora sono i viaggi di istruzione, le cui esperienze e ricordi sono estremamente duraturi. Un viaggio di istruzione con il suo ambiente naturale e dinamico fornisce un canale di apprendimento che mette in risalto la loro naturale inclinazione a conoscere di più riguardo alle cose con cui entrano in contatto, persino quelle che catturano di meno la loro attenzione, e colloca l’oggetto di apprendimento in contesto. Il progetto mira a formare studenti che viaggino in maniera intelligente e a farli diventare viaggiatori più intelligenti, grazie a viaggi di istruzione sulla produzione dolciaria che li preparerà ad essere turisti responsabili e darà loro anche l’opportunità di vivere un’esperienza di apprendimento mentre viaggiano.

Obiettivi:

  • Stimolare la competitività del settore turistico in Europa: perché il progetto migliora destinazioni turistiche non convenzionali e coinvolge i loro fornitori di turismo attivo grazie allo sviluppo di un prodotto turistico intelligente e competitivo.
  • Diversificare, innovare e migliorare la qualità dell’offerta europea di turismo sostenibile: gli itinerari proposti dal progetto possono essere ulteriormente sfruttati al termine del progetto poiché i partner del progetto potrebbero utilizzare questi tour educativi preparati per altre scuole, nonché per professionisti, provenienti da tutta Europa sotto forma di job-shadowing e tour educativi. I tour didattici saranno innovativi e diversificheranno l’offerta turistica perché saranno sviluppati con un tema comune “produzione di dolci”. Il tema migliorerà la qualità dell’offerta di turismo sostenibile perché il progetto mapperà le aree intorno ai produttori di dolciumi, nel rispetto delle caratteristiche ambientali dei territori coinvolti. Ciò consentirà ai tour e alle loro destinazioni di essere più attraenti e attraenti con una strategia di mobilità a lungo termine in mente. Uno dei risultati dell’apprendimento sarà la formazione di giovani turisti sostenibili per rispettare il patrimonio e l’ambiente di un territorio. Il progetto creerà anche modelli di business più adeguati e responsabili nell’intera offerta turistica dell’UE collegando la produzione di dolci tra i loro paesi. Ciò significa che se i giovani viaggiano verso una destinazione e hanno un’esperienza positiva, molto probabilmente viaggeranno di nuovo verso la stessa destinazione o verso una destinazione con offerte turistiche simili, raccomandando al contempo la destinazione ad altri giovani.
  • Creare un quadro favorevole per la cooperazione delle PMI: il progetto metterà in atto un’offerta turistica che riunisce un’ampia cooperazione tra le PMI nell’offerta turistica per la produzione di dolci. La partecipazione delle camere di commercio garantirà forti relazioni con il gruppo target indiretto che sarà la catena di approvvigionamento turistica locale.
  • Promuovere la cooperazione transnazionale di tutti gli attori lungo la catena del valore del turismo: il progetto stabilisce il collegamento di cooperazione tra attori lungo la catena del valore del turismo nei 3 paesi in cui saranno sviluppati gli itinerari: Portogallo, Spagna e Italia. La catena del valore comprende tutti gli aspetti di un viaggio, da partenza, viaggio, alloggio, tempo libero, attrazione, eventi, musei, produttori di dolciumi, PMI, organizzazioni pubbliche e private attive nei principali settori del progetto.
  • Facilitare partenariati pubblico-privati ​​europei a lungo termine: il progetto propone sin dall’inizio una rete tra attori pubblici e privati, al fine di garantire una forte collaborazione e un progetto sostenibile, che avrà un’eredità. Ciò è essenziale al fine di garantire prodotti turistici di alta qualità, un’ampia diffusione degli itinerari e il massimo sfruttamento dei principali risultati del progetto. È fondamentale che le istituzioni regionali e locali che controllano e regolano le attività scolastiche siano consapevoli del problema della gestione della mobilità. Le autorità locali saranno coinvolte nella fase di sviluppo del concetto di gestione della mobilità e saranno incoraggiate a fornire i rispettivi incentivi tecnici, amministrativi e finanziari. Le organizzazioni civili e le strutture pertinenti supporteranno le iniziative fornendo il necessario supporto amministrativo e amministrativo. Il progetto mira a creare prodotti e servizi che facilitino gli schemi di mobilità transnazionale per il mercato dei giovani.

Il progetto mira a:

  • Facilitare la mobilità transnazionale dei giovani all’interno dell’UE con un prodotto che faciliterà i programmi di mobilità transnazionale per il mercato dei giovani;
  • Riposizionare e ampliare il mercato giovanile per aumentare le opportunità di investimento per l’industria del turismo, le PMI e le imprese, sia a livello europeo che internazionale;
  • Facilitare l’internazionalizzazione delle imprese turistiche (principalmente PMI) e delle organizzazioni giovanili e la loro introduzione e consolidamento nel mercato del turismo giovanile;
  • Facilitare l’emergere di una migliore e coordinata offerta turistica orientata all’età lungo la catena del valore del turismo, adattando le esigenze e le aspettative specifiche dei giovani;
  • Migliorare la governance nel settore del turismo giovanile, promuovendo l’istituzione di partenariati transnazionali pubblici e privati ​​a lungo termine sostenuti a livello regionale, nazionale ed europeo.
  • Progettare e sviluppare un modello di mobilità transnazionale attorno a un prodotto turistico specifico per il turismo adatto ai giovani. Ciò avverrà configurando i tour didattici come un prodotto turistico costituito da oggetti e attrazioni, trasporti, alloggi e intrattenimento, in cui ogni elemento del prodotto turistico è preparato da singole società e offerto separatamente ai consumatori (turisti).

 

http://www.sweetsitineraries.eu/it/

 

C.H.I.E.L.I.

 

Il  progetto C.H.I.E.L.I. – cofinanziato dal programma COSME – mira a costruire un nuovo prodotto turistico europeo incentrato sulla produzione di imprese di alta qualità che costituiscono l’itinerario europeo del cioccolato di alta qualità, in linea con i suggerimenti forniti dalla Commissione europea nella comunicazione  Europe, the world’s No 1 tourist destination “A new political framework for tourism in Europe” (COM 2010 – 352). 

Partner :Unioncamere (Coordinatore, con la consociata SiCamera), Associazione The Chocolate Way, I Viaggi dell’Elefante (tour operator), Comune di Perugia, Comune di Le Castellet (Francia), Musée Les secrets du chocolat (Francia), Panelite NV (Belgio), Tübingen Erleben GmbH (Germania), Ibertur – Network of Heritage, Tourism and Sustainable University Universitat de Barcelona (Spagna), TDC – Associacion de Fabricantes de turrón, chocolate y Derivados de la Comunidad Valenciana (Spain), Micrograde .com Ltd (Regno Unito).

Il nuovo prodotto è costruito sulla base dell’itinerario europeo del cioccolato progettato dai partner durante i primi mesi del progetto, rispettando i criteri di alta qualità di prodotto, del valore culturale e turistico dell’offerta, della creatività e del patrimonio d’identità legati alla produzione di cioccolato e allo sviluppo sostenibile dei servizi turistici. La progettazione dell’itinerario considera le relazioni fondamentali con i produttori di cacao e si basa sui valori dell’Unione europea (rispetto della dignità umana, libertà, democrazia, uguaglianza, stato di diritto e rispetto dei diritti umani). Le attività di comunicazione sono iniziate il 29 settembre durante EXPO Milano 2015 alla settimana europea del turismo alimentare della Commissione europea (centro conferenze EXPO). Da marzo 2016 fino alla fine del progetto (luglio 2016), tutte le attività di comunicazione sono state più intense e focalizzate sul prodotto turistico e sull’itinerario del cioccolato. La strategia di comunicazione è  stata in sinergia con le attività di “rafforzamento della cooperazione” – avviate a dicembre 2015 a Tubingen (Germania) e Modica (Italia) – in cui autorità locali, imprenditori, parti interessate locali sono coinvolte in incontri aperti per promuovere nuovi aderenti all’itinerario europeo e stabilire piani di lavoro periodici per progettare attività future.

Il nuovo prodotto turistico sarà commercializzato dai Tour Operator, in particolare europei, come un viaggio in Europa dove persone e turisti possono vivere un’esperienza attraverso luoghi e organizzazioni che producono, vendono e promuovono il cioccolato. In questo modo si prevede come potenziale impatto dare l’opportunità, da un lato, agli operatori turistici e alle agenzie turistiche locali di consolidare la propria attività, d’altro canto, alle PMI del cioccolato di fascia alta per creare un diverso modo di commercializzare . Di conseguenza è previsto almeno il mantenimento del livello di occupazione in tali organizzazioni, ma potrebbe consentire nuove opportunità di lavoro e nuove attività con effetti positivi sui rapporti sociali e sul modo di fare affari a livello locale, ma come parte di un maggiore rete europea di organizzazioni appassionate di cioccolato di qualità o che hanno attività basate sul cioccolato di qualità.

Contatti Per:

  • Informazione sul  progetto: (Unioncamere), tel. 0039 (0)6 4704274 – e.mail infrastrutture@unioncamere.it
  • Informazioni sull’itinerario europeo del cioccolato e su come partecipare: (The Chocolate Way)-  e.mail secretariat@thechocolateway.e

IPER – ICT TO PROMOTE CULTURAL HERITAGE

Durata del Progetto: 24 mesi

Data inizio: 18/12/2018

Data fine: 17/12/2020

Paesi coinvolti: Spagna, Portogallo, Italia, Ungheria

Partners: Camera di Commercio e industria italiana per la Spagna, BTS – Blended Training Services Lda, Camera di Commercio e industria italiana per il Portogallo, The Chocolate Way, PREDIF, Università dei Sapori SOC. CONS. AR.L.

Il progetto mira a sfruttare la metodologia di nano-apprendimento, (un programma di Nano Learning è un programma di esercitazione progettato per consentire a un partecipante di apprendere un determinato argomento in un arco temporale di dieci minuti attraverso l’uso di media elettronici e senza interazione con un istruttore in tempo reale), al fine di aggiornare le competenze dei professionisti che operano nel turismo e nel patrimonio culturale e di consentire loro di promuovere il patrimonio culturale dell’UE utilizzando le TIC secondo i principi del turismo accessibile.

Gruppo Target Diretto: D’accordo ai profili ESCO, il progetto prenderà in considerazione: gallerie, tecnici di musei e biblioteche. Professionisti con competenze nei settori dell’arte, cultura e gastronomia e turismo. Responsabili di centri sportivi, ricreativi, culturali, artistici,  responsabili di politica culturale.

 

Indirect target group: Turisti con limitazioni nell’accessibilità, principali parti interessate nella catena del valore del turismo e del patrimonio culturale.

Il principio su cui si basa il progetto è il miglioramento dei profili professionali esistenti, per perfezionare le loro prestazioni nella promozione del patrimonio culturale secondo i principi del turismo accessibile.

Secondo la definizione dell’UNESCO, il progetto prende in considerazione il patrimonio culturale tangibile e immateriale.

Il progetto è incentrato sulla gestione dei siti culturali e della gastronomia come due componenti essenziali del patrimonio culturale. Una promozione di questo tipo si baserà sul concetto di turismo arancione, un nuovo modello di turismo il cui scopo non è solo quello di attrarre turisti, ma di farli fondere nel contesto culturale e sociale della visita, attraverso esperienze diverse strettamente legate alla cultura e costumi tradizionali dell’area visitata (ad esempio partecipazione a laboratori culinari, fiere, eventi locali, ecc …). L’Orange Tourism 

presenta diversi aspetti positivi che sviluppano una nuova idea di turismo sostenibile, poiché favorisce una diversificazione dell’offerta turistica, una maggiore rilevanza del settore culturale per stimolare l’economia locale e la creazione di un nuovo modello turistico non strettamente legato alle stagioni e promuove i flussi turistici anche durante la bassa e media stagione.

 

Missione: Contribuire alla crescita e alla promozione del patrimonio culturale in Europa.

Obiettivi:

  • Migliorare le competenze dei professionisti del settore;
  • Creare una rete pubblico-privata per la promozione del patrimonio culturale;
  • Migliorare l’accessibilità nel turismo;
  • Creare attività di sensibilizzazione del pubblico per la conservazione del patrimonio culturale;
  • Supportare la partecipazione delle popolazioni locali nella preservazione del patrimonio  culturale e naturale dell’umanità ;
  • Incoraggiare la cooperazione internazionale alla  conservazione del patrimonio culturale e naturale dell’umanità .

L’impatto previsto a livello:

Locale:

  • Scambio e sviluppo di concetti innovativi per la promozione del patrimonio culturale attraverso le TIC, secondo i principi di turismo accessibile;
  • Incentivo all’analisi delle esigenze di specifiche situazioni sociali e politiche
  • Miglioramento dell’uso delle TIC.
  • Creare consapevolezza riguardo alla ricchezza derivante dalla tutela e promozione del patrimonio culturale.

Nazionale:

  • Ulteriore riconoscimento del tema da parte delle autorità nazionali ed istituti scientifici, mantenendo una forte focalizzazione verso l’azione;
  • Ulteriori inputs di metodi pratici per realizzare concetti mostrati in casi studio. Incorporando nel contesto nazionale idee ed esperienze in questo settore realizzate a livello europeo ;
  • Basi per un ulteriore lavoro nazionale in questo settore (analisi situazione/dati).

 

link utili

https://iperproject.eu/the-project/

news https://iperproject.eu/news/

Report sulla situazione attuale della promozione del patrimonio culturale attraverso strumenti digitali e secondo i principi del turismo accessibile realizzato da Iper

https://iperproject.eu/files/2019/10/Summary-report-ita.pdf

 

Budget ricevuto da TCW nel 2018:  euro 13.638 

Budget ricevuto da TCW nel 2019:  euro 13.638

3 Congresso Internazionale ISCHOM 2019

Simposio internazionale dedicato a “Cacao, Cioccolato e Salute” è organizzato dalla Società Internazionale per lo studio del Cacao e Cioccolato in Medicina (ISCHOM), dal Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica e da numerose altre associazioni, nazionali e internazionali, che promuovono gli effetti salutistici del cacao e del cioccolato, in particolare del cioccolato “nero” ad alto contenuto di polifenoli. Prevista la partecipazione via Skype, di Naomi Fischer di Boston, la prima studiosa che si è occupata degli effetti benefici del Cioccolato di Modica.
In collaborazione con Ischom e The Chocolate Way  https://www.mcascientificevents.eu/ischom/

No photo description available.

No photo description available.

“chocolART” Tubinga 2019

Il Festival del Cioccolato più grande della Germania-“chocolART” a Tubinga.

Dal 3 al 8 Dicembre 2019 nel centro storico di Tubinga.

Per maggiori informazioni https://www.chocolart.de/

CHOCOMODICA 2019

Image may contain: outdoor

Chocomodica 2019:, dal 5 al 8 Dicembre 2019 una grande festa di colori, odori, suoni e sapori.

www.chocomodicaofficial.it

ufficiostampa@chocomodicaofficial.it

TCW a DolciPortici2019 aTorino, la capitale del Cioccolato

A Torino che è, a giusto titolo, considerata una tra le capitali italiane dell’arte dolciaria si è svolta la seconda edizione di Dolci Portici, da venerdì 22 marzo fino a domenica 24 marzo 2019. L’evento ha celebrato la storia, il presente e il futuro della dolcezza Made in Turin.
Dolci Portici, patrocinato e supportato dalla Città di Torino, interamente sostenuto da Camera di commercio di Torino, ideato e organizzato da Fondazione Contrada Torino onlus vede coinvolte tutte le associazioni di categoria: CNA, Confartigianato, Ascom, Confesercenti e l’Associazione Portici e Gallerie di Torino. Un momento di sinergia e lavoro comune per dare alle eccellenze della città e della provincia di Torino il riconoscimento che meritano.

In occasione di Dolci Portici The Chocolate Way ha tenuto la conferenza: “THE CHOCOLATE WAY: Esperienza di valorizzazione delle produzioni tradizionali dei quartieri storici del cioccolato europeo” presso Palazzo Birago. Speakers : Guido Bolatto- General Secretary of Chamber of Commerce of Turin; Guido Castagna for historical district of Turin, President Martin Christy, Filippo Pinelli – responsable of TCW project and Nino Scivoletto- Director of Consortium of Modica.

President Martin Christy and Nino Scivoletto, Director of Consortium of Modica at Dolci Portici 2019.

54731014_1253398781479065_7998159931939225600_n

Gemellaggio Consorzio di Modica e il Consejo Regulador de Jijona y Turrón de Alicante

Il GEMELLAGGIO tra il Consorzio di Modica e il Consejo Regulador de Jijona y Turrón de Alicante nel quadro di #TCW è stato sancito durante l’incontro tecnico “IL CIOCCOLATO DI MODICA IGP” l’8 dicembre a #CHOCOMODICA. Tra i temi trattati vi erano l’iter di certificazione IGP del Cioccolato di #Modica,  il suo potenziale come attrazione turistica e patrimonio mondiale dell’umanità, The Chocolate Way e distretti italiani.

Chocomodica 2018

Modica città del barocco e del cioccolato ospiterà la 13^ edizione di Chocomodica –  dal 6 al 9 Dicembre 2018.

Chocomodica è la vetrina promozionale del Cioccolato di Modica.  Per celebrare e raccontare la storia, la bontà, l’autenticità di questo tesoro, Modica  trasforma i propri spazi, rendendoli ancora più dolci, dialogando con storici ed esperti, divertendosi a mettere le mani in pasta (di cacao), insieme a tutti i golosi e i curiosi di cose buone di secolare tradizione.

Una festa ricca di convegni, workshop, presentazioni, giochi, laboratori, eventi, show, dimostrazioni, intrattenimento e tanto altro.

http://www.chocomodicaofficial.it/wp-content/uploads/programma/programma-chocomodica-2018-02.pdf